Friends

"LA NETIQUETTE". ARTICOLO DI ALBERTO PRESUTTI SU "REALITY"



n° 64

Rubrica di Bon Ton

La Netiquette


Esistono molte regole denominato “Netiquette” – parola che potremmo tradurre in "Galateo (Etiquette) della Rete (Net)" - che sono volte al rispetto reciproco degli utenti della Rete.

In Internet si può accedere come persone civili, o, purtroppo, anche comportandosi da predatori o vandali saccheggiando le tante risorse presenti, come scaricare illegalmente musica e film.

La Rete si caratterizza per la comunicazione facilitata dalla E-mail, e nasce, così, un Galateo della Posta elettronica, che prevede l’uso di testi sempre scritti in minuscolo in quanto l’uso del maiuscolo equivale a "gridare", per cui e' da evitare o, al massimo, da utilizzare nel titolo.

Sarà bene, poi, limitare la lunghezza del messaggio, dato la difficoltà di leggere testi molto estesi dallo schermo del computer e qualora si facciano delle battute umoristiche, sarà opportuno associarle a uno “smiley”, simbolo che rappresenta l’ironia, per non creare antipatici fraintendimenti di senso. Un consiglio la “Netiquette” lo presta: quello di rileggere sempre attentamente ciò che si è scritto, per rendersi conto del suo impatto sull’interlocutore a cui lo spediamo! Mai lasciarsi trascinare dall’impulsività o dalla rabbia!

Poiché vi sono figure di delinquenza sulla Rete, i cosiddetti “hacker”, che hanno la possibilità di intercettare la posta nel percorso tra mittente e destinatario, è sconsigliabile inviare nelle proprie E-mail riferimenti a numeri di carte di credito o password di accesso a siti, per esempio, bancari.

Per quanto concerne la frequentazione delle Chat, luoghi virtuali di conversazione tra utenti, è buona norma non presentarsi tramite nomignoli ambigui o di tipo offensivo o smaccatamente afferenti alla sfera sessuale.

Non si devono mai metter in atto forme di pubblicità commerciale o professionale di tipo invasivo della altrui privacy, quale lo “spamming”, perché non è piacevole trovarsi la casella di Posta elettronica completamente invasa da messaggi pubblicitari.

D’altronde con la nascita dei Social Network, volti attraverso connessioni chiamate “amicizia”, a mettere in contatto persone di ogni dove, che la “Netiquette” trova la sua fondamentale ragion d’essere, non potendosi consentire abusi nè di linguaggio né di stile.

Eppure, potendosi postare anche fotografie o filmati, sono sempre più frequenti cadute di gusto, mancanza di buon senso, volgari casi di esibizionismo, becera propaganda politica.

Ogni volta che ci sediamo davanti al computer e digitiamo sulla tastiera entriamo nella mappa del mondo altrui, per cui la “Netiquette” suggerisce di stabilire, innanzitutto, con sufficiente attendibilità chi ho davanti dall’altra parte dello schermo e modulare la comunicazione in armonia con questa determinazione, per favotrire la nascita di una “vera” amicizia e non un collegamento fine a se stesso.

 
 
 
 
 

0 commenti:

Posta un commento

Google+ Badge

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More