Friends

"BUFFET MA CON BON TON". Per la Rubrica di Bon Ton di Alberto Presutti su "REALITY"



Rubrica di Bon Ton

(numero 63/ 2012)

BUFFET MA CON BON TON!


Il momento dell’aperitivo, sicuramente, costituisce una piacevole parentesi d’incontro e di nuove conoscenze e il buffet, in particolare, è divenuto, sempre più, il punto di attrazione mondano e sociale, dei vernissage presso le gallerie d'arte, citato in calce ai cartoncini di invito, quale ragione in più, per presenziare.

Ma, apertosi il buffet, purtroppo, come uno sciame impazzito, tutti gli invitati all’evento, quale che sia, spessissimo si producono in un assalto inverecondo alle tartine, ai bignè, alle fette dei dolci e delle torte salate, bevendo, anzi, taluni sbevazzino, senza ritegno alcuno, come nessuno di loro mai farebbe a casa propria o già di semplici conoscenti.

Il Bon Ton e l’educazione di ciascuno degli invitati diviene meno che pallido ricordo, ed ecco coloro che si piazzano davanti al tavolo del buffet, ancorandosi fermamente, e ingollandosi in continuazione, o coloro che, sgomitano in continuazione pur di giungere nelle vicinanze di qualcosa di commestibile, magari infilando a mò di serpente guizzante, il braccio tra gomiti e ulne altrui.

La mancanza totale di Bon Ton si evince, poi, dal fatto che dall’apertura del buffet, tutti s’ignorino tra loro, non c’è più amico o collega, ma solamente una fame che pare atavica, sotto l'occhio oramai rassegnato dei camerieri che disperatamente provano a far fronte a tanta voracità.

Abbuffarsi, invece di mangiare. Rispettare gli altri, invece di prevaricarli. Riempirsi il piatto con poco, per dare a tutti la possibilità di scegliere e non doversi contentare di ciò che resta nei vassoi. Bere con misura e non credersi all’osteria. Il buffet non è una mensa ma un momento per socializzare tramite il cibo.

Il buffet, con la sua scenografia enogastronomica, anche se talvolta pauperistica, eccita un desiderio di fame compulsiva che si traduce nella morte del buon gusto e del buon senso, e soprattutto, un simile rimpinzarsi è irriverente per i tanti che muoiono davvero fame!






0 commenti:

Posta un commento

Google+ Badge

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More